« Vedi tutti i viaggi con destinazione Etiopia

dal 20 Aprile al 1 Maggio 2019 La rotta storica durante le celebrazioni della Pasqua Copta

Gondar - Monti Simien - Axsum - Gheralta - Lalibela - Bahir Dar

1° Giorno 20 Aprile 2018
Italia – Addis Abeba

Partenza dall’aeroporto italiano prescelto per Addis Abeba (via scalo internazionale). Arrivo in serata: disbrigo delle formalità doganali d’ingresso (rilascio individuale del visto turistico) e ritiro dei bagagli. Successivo incontro con gli assistenti quindi trasferimento in hotel per il pernottamento.
Nexus Hotel o similare
Prima colazione

2° Giorno 21 Aprile 2018
Addis Abeba – Gondar

Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto e partenza con volo riservato per Gondar, città situata ai piedi dei grandiosi monti Semien e dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1979. Scelta dal re Fasilidas come capitale del Regno Aimara nel 1636 e sede della sua sontuosa corte, Gondar rimase tale per duecento anni. I sovrani del XVII secolo accentrarono qui il potere realizzando magnifici palazzi, castelli e chiese, non a caso è soprannominata ancora oggi come la Camelot d’Africa. La visita della città prevede l’ingresso all’interno della fortezza che racchiude il complesso di castelli fra cui spicca il palazzo dell’imperatore; proseguimento verso i bagni dell’imperatore, sede di importanti celebrazioni religiose durante le quali il sito viene riepito d’acqua come per la commemorazione del battesimo, che nella liturgia copta si svolge ancora secondo il rito dell’immersione. Nel pomeriggio la visita continua alla chiesa di Debre Biraham Sillase famosa per le sue pareti affrescate con scene del nuovo e vecchio testamento. Sistemazione in hotel.
Goha Hotel o similare
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

3° Giorno 22 Aprile 2018
Gondar – Parco Nazionale dei Monti Simien

Dopo la colazione partenza per i Monti Simien, l’area montuosa più importante d’Etiopia con cime che si elevano oltre i 4000 metri e dal 1969 parco nazionale inserito oggi fra i siti Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Il parco è un vero santuario naturalistico ricco di paesaggi suggestivi, con gole profondissime, dirupi e falesie vertiginose e ospita numerose specie di flora e fauna endemiche come il lupo dell’Abissinia, lo stambecco del Simien e il babbuino gelada. Pomeriggio dedicato ad un piccolo trekking (facile) attraverso il parco fino a raggiungere uno dei punti panoramici migliori e dove solitamente si trova una fitta concentrazione di babbuini gelata. Rientro al lodge situato all’interno del Simien Natural Park, situato a 3260 mt.
Pernottamento presso Simien Lodge o similare
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

4° Giorno 23 Aprile 2019
Monti Simien – Axsum

Ultimo sguardo al parco e partenza verso Axsum con diverse soste panoramiche lungo il tragitto ed uno stop per il pranzo.
Oggi il tragitto sarà un po’ lungo e caratterizzato da un continuo susseguirsi di discese e risalite che si aprono su paesaggi ma sempre suggestivi e molto scenografici. Arrivo ad Axsum in serata. Sistemazione in hotel per la cena.
Pernottamento presso Sabean International Hotel o similare
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

5° Giorno 24 Aprile 2019
Axsum – Gheralta

Prima colazione in hotel e mattinata dedicata alla visita di Axsum, capitale e culla di una delle più interessanti civiltà africane: fondata nel II secolo a.C. raggiunge il suo massimo splendore intorno al III secolo d.C.; la tradizione racconta che la leggendaria regina di Saba soggiornò ad Axsum di ritorno dal viaggio presso il re Salomone; qui a Axsum nacque il figlio Menelik I, concepito con il grande re e che, anni dopo, avrebbe portato in Etiopia la mitica Arca dell’Alleanza contenente le tavole della Legge donate da Dio a Mosè sul Monte Sinai, avuta in dono a Gerusalemme dallo stesso re. Ancora oggi si tramanda che l’Arca e le due tavole di pietra in essa custodite, siano conservate ad Axsum in una piccola cappella adiacente la chiesa di Maryam Sion. L’ingresso alla cappella è vietato a chiunque fatta eccezione per l’Abba Mekonen, il monaco custode che ha il compito di sorvegliare l’Arca fino alla sua morte. Un piccolo ma interessante museo conserva antichi paramenti religiosi e reali, codici miniati e tavolette di età pre-cristiana. Successiva visita alla chiesa di Maria Tsion e i suoi magnifici manoscritti medievali. Imponenti simboli della gloriosa storia della cultura axsumita sono anche i circa 100 obelischi in sienite, che svettano in una sorta di museo a cielo aperto conosciuto come “Parco delle steli”. La stele del re Ramhai, il più grande obelisco monolitico mai realizzato dall’uomo (33 metri di altezza per 500 tonnellate di peso) giace a terra, spezzato in quattro parti; la leggenda narra che l’imponente monolite venne abbattuto dalla terribile regina Giuditta durante le sue devastanti scorribande. Successiva visita al palazzo e ai bagni della regina di Saba. Dopo il pranzo partenza per Gheralta con sosta a Yeha per visitare il Tempio della Luna, una delle poche testimonianze prescristiane della cultura axsumita, davvero molto bello e imponente. Sistemazione e cena al lodge riservato.
Pernottamento presso Gheralta Lodge o Wukro Lodge
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

6° Giorno 25 Aprile 2019
Gheralta

Prima colazione in hotel; giornata interamente dedicata alla scoperta delle più interessanti chiese rupestri dell’Amba Gheralta. Qui fra l’VIII e il XV secolo, un esercito di scavatori e architetti, artisti e scalpellini ha realizzato un reticolo di chiese aggrappate come fortezze a montagne a volte inaccessibili: 120 chiese rupestri che sono forse il segreto meglio custodito dell’Etiopia ortodossa. Le chiese sono in genere semi-monilitiche o costruite all’interno di grotte e sono decorate da preziosi affreschi che ricoprono le pareti e i soffitti intonacati di bianco. La prima chiesa venne scoperta fortuitamente a Wukro nel 1868 da una spedizione inglese, ma è solo nel 1966 che l’archeologo Tewlde Madhin pubblica un censimento che documenta l’esistenza di ben 150 chiese rupestri, di cui tre quarti ancora funzionanti. Le chiese del Tigray anche se significative e interessanti quanto quelle di Lalibela sono assolutamente meno famose e meno visitate dalla maggior parte dei viaggiatori. In mattinata lungo il percorso inizieremo a scoprire queste particolari architetture religiose visitando due chiese rupestri fra quelle più interessanti della regione. Nel pomeriggio visita un villaggio tipico abitato dall’etnia tigrina, con le caratteristiche capanne tukul. In serata rientro al lodge.
Pernottamento presso Gheralta Lodge o Wukro Lodge
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

7° Giorno 26 Aprile 2019
Gheralta – Lalibela

Partenza in direzione di Lalibela, la città santa dell’Etiopia e Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. L’incontro con la spiritualità etiopica è molto suggestivo per un cristiano occidentale: chi arriva in Etiopia, convinto di trovarsi in una nazione cristiana assolutamente simile alla nostra, rimarrà molto colpito dalla grande autenticità, purezza, forza ed estrema importanza che la fede riveste nella vita di un etiope. Il percorso che porta a Lalibela si snoda lungo una strada con paesaggi austeri e maestosi, caratterizzati dalla sorprendente struttura geologica e morfologica del terreno. Arrivo a Lalibela in serata.
Pernottamento presso Tukul Lodge
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

8° Giorno 27 Aprile 2019
Lalibela – Celebrazioni della vigilia di Pasqua

La giornata di oggi è interamente dedicata alla visita delle chiese rupestri di Roha, antico nome della capitale della dinastia Zagwe nel XII secolo, che prese il nome di Lalibela in onore del più famoso dei suoi sovrani. Oggi Lalibela è un piccolo borgo reso celebre dalle sue 12 chiese rupestri ancora frequentate e sedi di emozionanti cerimonie religiose, in occasione delle quali i sacerdoti indossano abiti sgargianti realizzati con preziosi tessuti damascati e portano ombrellini cerimoniali coloratissimi. Le chiese scavate nella roccia tufacea di colore rosso mattone, di una straordinaria perfezione architettonica, sono frutto di raffinate tecniche costruttive i cui segreti sono ormai perduti nel tempo e che hanno valso il nome di “Petra africana” a Lalibela. Il complesso di 12 chiese è organizzato in due gruppi distinti: quello nord-occidentale, con la bellissima Bet Mariam e i suoi affreschi delicati, il gruppo sud-orientale e l’imponente Bet Amanuel, che con i suoi fregi e i suoi architravi sporgenti meglio rappresenta lo stile degli edifici aksumiti. Il complesso è coronato dalla magnifica chiesa di San Giorgio, che sorge isolata dalle altre ed è forse la più suggestiva di tutta l’Etiopia. Dopo la cena in hotel si ritorna all’area delle chiese per assistere alla celebrazione della messa della Santa Pasqua. La liturgia si svolge presso una delle chiese del gruppo occidentale, inizia nel tardo pomeriggio (intorno alle 18.00) e si protrae per circa 8 ore. I diaconi e i sacerdoti si vestono con mantelli damascati e portano gli ombrellini processionali per l’occasione, i bastoni da cerimonia e le croci tradizionali ed iniziano la loro processione tra canti e preghiere, accolti da una folla di fedeli e pellegrini che per l’occasione indossano le tuniche bianche e la classica shamma: l’atmosfera è particolarmente toccante e suggestiva, centinaia di candele accese nella notte annunciano la resurrezione di Cristo. Al termine della messa le famiglie sono solite rientrare a casa e rompere il digiuno con un pasto ricco di carne di agnello e festeggiare la domenica di Pasqua.
Pernottamento presso Tukul Lodge
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

9° Giorno 28 Aprile 2019
Lalibela – Bahir Dar

La mattina partenza per Bahir Dar, la seconda città più importante del paese, situata sulle rive del lago Tana dove nasce il Nilo Azzurro. Stop lungo il tragitto al villaggio di Awura Amba e arrivo in serata.
Pernottamento presso Home Land Hotel o similare
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

10° Giorno 29 Aprile 2019
Bahir Dar

Giornata dedicata alla navigazione sul lago Tana, il più esteso d’Etiopia, alla scoperta dei tesori più antichi dell’arte pittorica etiopica; le trentasette piccole isole e le varie località sulle rive del lago celano antichi monasteri e chiese copte, fra cui quelle situate nella penisola di Seghe, Cura Fidane Meerete e Azra Maria, dove si conservano pitture murali e manoscritti risalenti al XIII –XVIII secolo. Le pareti dei monasteri, i portali e i soffitti lignei sono interamente decorati con scene del Nuovo Testamento, rari riferimenti ai Vangeli Apocrifi ed episodi della vita dei Santi locali, realizzati in uno stile assolutamente naïf. I sacerdoti delle chiese custodiscono anche preziose raccolte d’icone, croci copte d’argento, paramenti sacri e le corone dei re etiopi.
Le acque del lago sono ancora oggi solcate dalle tanqwas, tipiche imbarcazioni di canna di papiro e dalla piroga monoxila, realizzata svuotando l’interno di un grosso tronco d’albero. Nel pomeriggio escursione sulle cascate del Nilo Azzurro, seconde solo a quelle Victoria in Zimbabwe. Una facile passeggiata permette di raggiungere una terrazza panoramica naturale da cui ammirare il salto di 50 metri delle cascate di Tisisat (che significa dell’ ‘acqua che fuma’) per poi raggiungere la base delle cascate. Secoli di spedizioni ed esplorazioni hanno cercato di chiarire proprio qui uno dei più appassionanti interrogativi geografici della Terra: l’individuazione delle sorgenti del fiume più lungo al mondo. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio.
Pernottamento presso Home Land Hotel o similare
Mezza pensione + pranzo in corso di escusione

11° Giorno 30 Aprile 2019
Bahir Dar – Addis Abeba

Prima colazione e trasferimento all’aeroporto in tempo per l’imbarco sul volo che ci riporta a Addsi Abeba. Giornata dedicata alla visita della capitale e dei principali monumenti e siti di interesse: il Museo Nazionale che conserva importanti reperti sabei e i resti fossili di Australopithecus Afarensis fra cui la celebre Lucy, un ominide vissuto nella valle dell’Awash tre milioni e mezzo di anni fa; il Museo Etnografico, che ospita una splendida collezione di strumenti musicali, di croci copte e le stanze dell’imperatore Hailè Selassiè; la cattedrale della Santa Trinità ed il Monte Entoto da dove si apre un panorama molto bello su tutta la città. Nel tardo pomeriggio sistemazione in hotel con camera in day use (1 ogni 4 partecipanti), quindi cena in un tipico ristorante dove si possono assaggiare i piatti della cucina etiope e godersi un po’ di musica e danze locali. In tempo utile trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro in Italia.

12° Giorno 01 Maggio 2019
Addis Abeba – Istanbul – Italia

Partenza poco dopo la mezzanotte con volo riservato via Istanbul. Arrivo in Italia la mattina, ritiro dei bagagli e termine dei servizi.

IPOTETICO OPERATIVO VOLI

TK 1874 20 APR Milano Malpensa – Istanbul 10.30 - 14.25
TK 676 20 APR Istanbul – Addis Abeba 19.35 – 00.55
TK 677 01 MAG Addis Abeba – Istanbul 00.35 – 05.55
TK 1873 01 MAG Istanbul – Milano Malpensa 07.35 – 09.30

possibilità di volare anche da Roma Fiumicino, Venezia o Bologna – supplementi su richiesta

Partenze e costi

Data partenzaPrezzo per persona
20/04/2019€2300
Quota individuale di partecipazione base 10 € 2.430,00
Quota individuale di partecipazione base 12 € 2.330,00
Supplemento singola € 300,00
Tasse aeroportuali attuali € 297,00
Vedi nel dettaglio le quote di partecipazione »

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE

• Voli di linea intercontinentali dall’aeroporto presceto a Addis Abeba operati da Turkish Airlines in classe economica;
• Voli interno di linea operati da Ethiopian Airlines in classe economica da Addis Abeba a Gondar e da Bahir Dar a Addis Abeba;
• Pensione completa durante tutto il tour con acqua minerale in bottiglia e caffè, tranne dove diversamente specificato;
• Guida locale parlante italiano in esclusiva per tutta la durata del tour;
• Trasferimento con minibus Toyota modello post 2017 per il tragitto della rotta storica;
• Visite ed escursioni come da programma;
• Scout e guide locali dove necessario;
• Tasse d’entrata ai monumenti, musei, aree archeologiche e parchi previsiti nel programma;
• Tasse turistiche locali eventuali in Etiopia;
• Assicurazione medico-bagaglio (massimale spese mediche EUR 20.000,00);
• Documenti di viaggio, zaino e guida sul paese (una per coppia).

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON COMPRENDE

• Tasse aeroportuali – soggette a riconferma fino alla stampa del biglietto;
• Visto ingresso Etiopia USD 50,00 valido per i cittadini italiani;
• Pasti e bevande dove non menzionati (ed in genere tutte le bevande alcoliche)
• Facchinaggio;
• Mance;
• Tutto quanto non specificato alla quota ‘comprende’.
• Assicurazione facoltativa contro l’annullamento (vedi sotto)

Trova il viaggio dei tuoi sogni

I campi del seguente modulo contrassegnati da (*) sono obbligatori.

Attenzione

Occorre compilare correttamente tutti i campi evidenziati

Completa il form

Messaggio inviato

Grazie per la richiesta inviata, ti risponderemo quanto prima. Mokoro Tours

Ok

E non dimenticarti di seguirci sui social :)

Alert offer