Sentirsi a casa “fuori da casa”: lodge o campo tendato?

Si sente spesso parlare di mal d’Africa, una struggente malinconia che accomuna le persone che hanno avuto la fortuna di visitare una o più parti di questo meraviglioso continente. E’ come se un viaggio in questi luoghi così remoti e diversi da ciò a cui siamo abituati ci riportasse a casa, nel posto giusto, in pace con noi stessi. Sarà forse un senso di appartenenza e di ritorno alle origini, un richiamo forte verso la natura che, in terra africana, è presente ovunque. Qui basta uscire dalle città e ci si ritrova immersi in una natura selvaggia, dove è possibile incontrare gli animali nel loro habitat, lasciandosi accarezzare dalla leggera brezza della savana o del deserto.

Paradossalmente tutti i timori e le incertezze che si hanno nella fase di organizzazione del viaggio e prima della partenza, svaniscono nel momento in cui gli occhi abbracciano l’orizzonte infinito dei caldi colori dell’alba o del tramonto. E allora, da chi questa realtà l’ha già vissuta a chi invece parte per la prima volta, ecco un piccolo vademecum per eliminare qualche dubbio almeno per quanto riguarda la scelta della sistemazione per l’esperienza del safari, che è spesso fulcro di un viaggio in Africa australe. Le opzioni di alloggio sono molte e diverse tra loro per tipologia e costo: si va dai rest camp all’interno dei parchi nazionali a lodge in concessioni o riserve private, fino a campi tendati mobili o permanenti. E’ importante, per poter fare una scelta, capire la differenza tra le soluzioni, non solo in termini di costo e di servizio ma soprattutto per l’esperienza che maggiormente si addice alle nostre abitudini e ai nostri desideri. Scegliere la sistemazione migliore ci permetterà di sentirci a casa “fuori da casa” , per poterci così rilassare e godere appieno l’esperienza di viaggio.

All’interno dei parchi nazionali si trovano i rest camp con sistemazioni basiche tipo cottage/chalet o tende. Gli alloggi in muratura sono quasi sempre dotati di una cucina, valida alternativa al ristorante, presente nella maggior parte dei campi. Se si opta per il self-catering è meglio acquistare i viveri prima di entrare nei parchi, perché i piccoli empori interni spesso servono solo a soddisfare le emergenze. Gli alloggi nei rest camp dei parchi nazionali sono apprezzati per la loro economicità ma è importante essere consci che lo standard di servizio è essenziale e che possono ospitare un gran numero di persone. Il safari all’interno dei parchi nazionali può essere fatto con la propria auto seguendo le strade segnalate, asfaltate o sterrate, e solo negli orari indicati (è vietato guidare dopo il tramonto). E’ possibile prenotare in loco dei safari a bordo dei veicoli del parco: si tratta di grossi fuoristrada che possono portare fino a una ventina di persone.

Le concessioni all’interno dei parchi nazionali e le riserve private offrono sistemazioni di maggiore comfort che, con diverse tipologie, sono un perfetto connubio tra il “lusso” di una vacanza in un lodge o in un campo tendato esclusivo, e le intense emozioni del contatto diretto con la natura selvaggia. Ho volutamente messo la parola “lusso” tra virgolette perché talvolta, contrariamente a quel che si potrebbe pensare, sono proprio le sistemazioni più lussuose ad essere infine più “spartane”, nel senso che offrono un contatto più vero con la natura.

I lodge sono strutture, solitamente in muratura, costruite e perfettamente mimetizzate nella savana. Veri e propri hotel 4 o 5 stelle, quasi sempre con capienza ridotta, in cui eleganza, accurata scelta di dettagli esclusivi, arredi di raffinato design ed ineccepibile senso estetico, ci immergono in accoglienti atmosfere afro-chic. La qualità eccelsa dei lodge è enfatizzata dal riuscire a soddisfare, nel mezzo della savana, tutti i capricci ed i desideri degli ospiti. Qui non è possibile utilizzare il proprio mezzo per i safari, ma tutti gli spostamenti e le escursioni sono gestiti dalla proprietà stessa con automezzi guidati da esperti ranger. Il safari è un’esperienza unica e personalizzata, su veicoli aperti (jeep 4×4, per un massimo di 6/8 passeggeri) o a piedi, accompagnati da guide estremamente preparate, che vi condurrà nel ‘bush’ (la savana), fuori dai sentieri segnati in cerca di animali, piante, scorci. I costi sono sempre comprensivi di pernottamento, pasti e 2 safari al giorno. Il soggiorno è impreziosito da una corolla di rilassanti piscine, biblioteche dal sapore neocoloniale, bar copiosamente forniti, nonché dagli immancabili rituali del thè pomeridiano e del braai serale (barbecue attorno al fuoco) nel boma (recinto circolare con al centro un fuoco).

Come i lodge, anche i campi tendati, in perfetta armonia con l’ambiente circostante, sono santuari della natura che garantiscono un servizio su misura e nei quali si dovrebbe rimanere almeno un paio di notti per godere fino in fondo del contatto con la natura e con gli animali selvatici.
I campi tendati possono essere mobili o permanenti. I primi vengono allestiti in determinati mesi dell’anno in aree dei parchi che proprio in quel periodo rivestono particolare interesse faunistico. Non hanno pavimentazione rigida e il pavimento è rivestito dallo stesso telo della struttura della tenda. I secondi, a differenza dei primi, non vengono smantellati stagionalmente, spesso offrono tende montate su piattaforme di legno, bagni con acqua corrente sia fredda che calda ed aree comuni più ampie, spesso con piscina. I campi tendati hanno corrente elettrica data da un generatore o da pannelli solari, in alcuni casi con sistemi di accumulo in grado di fornire l’energia in tenda anche durante la notte, in altri casi l’energia viene sospesa durante le ore notturne e le tende offrono lampade a batteria o solari.

Entrambe le tipologie, totalmente immerse nella natura, richiedono talvolta un maggiore spirito di adattamento ma rappresentano senza ombra di dubbio il modo più autentico ed avventuroso di vivere un safari. Non bisogna tuttavia farsi ingannare dall’idea di tenda = campeggio, poiché ci sono campi tendati che offrono le stesse comodità ed i comfort di un lodge a 5 stelle. La vera differenza è il contatto con la natura che non può che essere più stretto. Per esempio, dormendo in una tenda sentiremo al meglio tutti i rumori ed i versi notturni della savana e, se un animale deciderà di passarci vicino, ne sentiremo i passi o addirittura il suo frusciare contro la tenda stessa! Non possiamo quindi ridurre la differenza tra lodge e campo tendato a lusso o a servizi offerti, poiché si tratta di due diverse esperienze. Spesso la distinzione tra le due soluzioni non è così evidente: ci sono molte strutture in cui il confine tra tenda e muratura non è affatto netto, hanno magari la camera tendata e il bagno in muratura. L’esperienza migliore sarà quella in un lodge/ campo tendato che offra una bella posizione, che sia stato costruito nel rispetto dell’ambiente, che abbia guide eccellenti ed un ottimo servizio; il resto sono dettagli! Non fossilizzatevi mai sulla struttura stessa ma sull’esperienza che potrete vivere e che vi riporterete a casa!

Qualunque sia la sistemazione scelta, l’esperienza di trascorrere qualche giorno di totale immersione nella savana, a stretto contatto con la natura africana, è un’emozione che ammalia e lascia il segno. L’esperienza dal safari, alla ricerca dei Big Five e di tanti altri animali liberi nel proprio habitat, regala a tutti, dalle coppie alle famiglie, dai viaggiatori indipendenti ai gruppi di amici, l’indimenticabile emozione e l’adrenalina di un’avventura vissuta in totale sicurezza.
Un contatto con l’Africa più autentica e densa di suggestioni che ci riconnette con la natura al suo stato brado e con il nostro io più intimo…
Che sia proprio questo il tanto nominato mal d’Africa?

Guarda questo video ed entra nei canali del delta dell’Okavango, questa è un’esperienza di viaggio in campo tendato mobile!!! Non male eh??!!

Voglio un viaggio così! »

Trova il viaggio dei tuoi sogni

I campi del seguente modulo contrassegnati da (*) sono obbligatori.

Attenzione

Occorre compilare correttamente tutti i campi evidenziati

Completa il form

Messaggio inviato

Grazie per la richiesta inviata, ti risponderemo quanto prima. Mokoro Tours

Ok

E non dimenticarti di seguirci sui social :)