A caccia di adrenalina e puro divertimento

Chi ha detto che il Sudafrica è solo paesaggi da cartolina, città ricche di cultura, savana a perdita d’occhio per avventurosi safari? Questo paese dalle mille sfaccettature è anche, e soprattutto, attività all’aria aperta, sport di ogni tipo, divertimento allo stato puro e vera e propria adrenalina! Persino io, viaggiatrice avventurosa ma non troppo, curiosa ma di certo non impavida, mi sono lasciata trascinare dall’entusiasmo e ho provato alcune delle attività che vi racconto. Ce n’è davvero per tutti i gusti… Pronti a scegliere l’esperienza che fa per voi?

I più temerari, senza pensarci due volte, possono con un saltino tuffarsi dal ponte Bloukrans per il bungee jumping più alto al mondo. Nel cuore dello Tsitsikamma National Park, nella provincia dell’Eastern Cape, il famoso ponte è diventato un vero e proprio must per gli appassionati di sport estremi e di paesaggi mozzafiato. Con i suoi 216 metri di caduta nel vuoto sopra le terribili forre del burrone, il Face Adrenaline regala 7 luuunghiiiissimi secondi di pura adrenalina, seppur vissuti in totale sicurezza. Un’alternativa un po’ più soft, almeno così la descrive chi le ha provate entrambe, è il salto bunjee nella gola di Graskop, vicino ad Hazyview e Sabie nella provincia dello Mpumalanga. A differenza del bunjee classico, qui l’imbragatura permette di tuffarsi da seduti e il salto è di “soli” 50 metri. Il panorama su una parte di Canyon è però impagabile.

Rimanendo in tema di volo, ma questa volta scivolando su un cavo d’acciaio appesi ad una carrucola, il canopy tour è un’esperienza per tutte le età e che si trova in più zone del Sudafrica. Basta un po’ di coraggio per affrontare la prima discesa e poi tutto diventa semplice e divertente, e ci si riesce anche a godere la natura circostante sfruttando l’insolita prospettiva. Il primo canopy tour attivo in Sudafrica, e ancora funzionante, è nella Tsitsikamma Forest, vicino a Stormsriver, sulla Garden Route. Il percorso consiste in 10 piattaforme collegate tra loro, e il passaggio più lungo raggiunge i 100 metri di scivolata a 30 metri di altezza dal suolo. Personalmente ho trovato molto divertente fare questa esperienza in compagnia e, per una volta, non guardare la foresta con il naso all’insù ma dall’alto verso il basso, come fanno uccelli e scimmiette. L’ultimo canopy costruito in Sudafrica si trova invece a Elgin, nella Holland Nature Reserve, a circa un’ora d’auto da Cape Town. Un ponte sospeso e 11 scivoli in acciaio, alcuni dei quali raggiungono 320 m di lunghezza, collegano 13 piattaforme, tutte costruite su precipizi rocciosi fin’ora inesplorati. Il panorama lungo tutto il percorso è meraviglioso: montagne incontaminate ricoperte di fynbos e fiumi che scorrono in fondo alle gole.

Dall’azzurro del cielo al blu del mare, ed eccoci ad un’altra forte esperienza: trovarsi a tu per tu con il grande squalo bianco. Siamo a Gaansbai, a circa 2 ore d’auto a sud di Cape Town. Per mia fortuna non è richiesta alcuna esperienza subacquea perché qui l’immersione si svolge in gabbie a pelo d’acqua. Ci vuole solo un po’ di sana incoscienza a scendere nella gabbia, poi tutto il resto è pura adrenalina! Protetti all’interno della struttura che è saldamente ancorata alla barca, si aspetta l’avvicinarsi dei grandi predatori per poi fremere al loro passaggio a pochi centimetri dalle sbarre. Dopo la scarica di adrenalina nel momento magico in cui lo squalo si avvicina alla gabbia, rimane forte l’emozione di aver ammirato nel suo ambiente naturale il grande predatore dei mari.

Per chi invece vuole rimanere con i piedi per terra (si fa per dire, naturalmente) e vuole cimentarsi in una scalata, l’occasione da non perdere è il più maestoso e noto monumento naturale del Western Cape, ovvero la Table Mountain. Non molti possono dire di averne davvero conquistato la cima, raggiungendola non con la comoda funivia ma con un trekking di qualche ora per scalare i 1.000 metri fino alla sua vetta. Alcuni sentieri sono semplici, altri invece impegnativi e attrezzati ma per tutti gli escursionisti, una volta in cima, c’è la ricompensa dello splendido panorama sulla baia sottostante. Per chi, invece di ascendere, sceglie di scendere dalla montagna, l’attività si fa ancora più impegnativa e avventurosa. Dalla parete della Table Mountain parte infatti un sentiero tracciato di discesa in corda doppia con vista mozzafiato sulla città durante tutto il percorso.

Che dire, le attività all’aria aperta in Sudafrica hanno un fascino speciale, sono esperienze intense, vissute tra paesaggi mozzafiato e meraviglie della natura. I viaggiatori appassionati di sport e avventura non resteranno delusi.

Voglio un viaggio così! »

Trova il viaggio dei tuoi sogni

I campi del seguente modulo contrassegnati da (*) sono obbligatori.

Attenzione

Occorre compilare correttamente tutti i campi evidenziati

Completa il form

Messaggio inviato

Grazie per la richiesta inviata, ti risponderemo quanto prima. Mokoro Tours

Ok

Diventa Fan di Mokoro

19.000+ Fan!!! Ricevi anche tu le promozioni su viaggi Adventure e last minute, e leggi i nostri diari di viaggio nelle terre selvagge d'Africa!

Bg fb