Uganda: Alla ricerca dei gorilla

Tutti i viaggiatori che desiderano intraprendere l’attività di ricerca dei gorilla di montagna devono conoscere alcune regole basilari da seguire prima, durante e dopo l’attività. Il non rispetto di queste regole può comportare l’interruzione immediata dell’attività senza alcun rimborso.

Prima di arrivare ai gorilla

  • Soltanto 8 visitatori al giorno possono visitare un gruppo di gorilla abituati alla presenza umana. Ciò è necessario per rispettare gli animali e ridurre al minimo i rischi di contrarre malattie portate dall’uomo.
  • Prima di intraprendere l’attività è necessario lavarsi accuratamente le mani.
  • Non bisogna lasciare rifiuti all’interno del parco. Tutto ciò che viene portato all’interno del parco deve essere riportato all’esterno.
  • Le guide del parco inizieranno la ricerca dei gorilla nel punto in cui sono stati avvistati il giorno precedente. Da questo punto si seguiranno le tracce lasciate dai gorilla.
  • In prossimità dei gorilla, la guida vi informerà quando utilizzare le macchine fotografiche.
  • È necessario mantenere un tono di voce pacato. Ciò darà la possibilità di osservare anche la prolifica varietà di specie di uccelli presenti nella foresta.

Insieme ai gorilla di montagna

  • Mantenere una distanza di 7 metri dai gorilla per proteggere i gorilla dalla possibilità di contrarre malattie portate dai visitatori.
  • Restare in gruppo mentre si osservano i gorilla.
  • Mantenere un tono di voce basso durante il tempo di osservazione dei gorilla. Ovviamente si possono fare domande alle guide.
  • Non mangiare o bere in prossimità dei gorilla.
  • Può capitare che i gorilla carichino. Seguite le direzioni della guida: accovacciatevi lentamente, non guardate i gorilla negli occhi e aspettate che il gorilla si allontani. Non provate a fuggire. Scappare aumenta il pericolo.
  • Non è possibile usare il flash per fotografare i gorilla. Mentre si fotografa muoversi lentamente e con attenzione.
  • Non toccare i gorilla.
  • Il tempo massimo concesso per l’osservazione dei gorilla è di 1 ora. Nel caso i gorilla diventino nervosi o agitati, la guida dovrà interrompere l’attività con i gorilla.

Regole generali

  • Rispettare il limite sul numero di visitatori.
  • Nel caso un visitatore si senta ammalato o abbia una malattia contagiosa quando si trovi all’interno del parco è necessario che resti indietro volontariamente. Sarà organizzata una visita alternativa o sarà previsto il rimborso secondo le regole di prenotazione dei gorilla.
  • Nel caso si debba starnutire o tossire in presenza dei gorilla, voltarsi e coprirsi il volto in modo da ridurre il pericolo di contagio.
  • Mantenere sempre una distanza di 7 metri dai gorilla. Maggiore la distanza più rilassato sarà il gruppo di gorilla.
  • Non lasciare rifiuti all’interno del parco. L’immondizia facilita la trasmissione di malattie ai gorilla.

Queste regole sono estrapolate dalle regole ufficiali dell’Uganda Wildlife Authority.

Risposte a domande frequenti

Quali compagnie aeree volano in Uganda?

L’aeroporto internazionale dell’Uganda, si trova ad Entebbe, situato nelle vicinanze di Kampala sulle rive del Lago Vittoria. Ethiopian Airlines, una delle migliori compagnie africane, ha voli quotidiani su Entebbe da Roma e Milano (via Addis Abeba). Sulla destinazione volano anche: British Airways, Brussels Airlines, Klm, Turkish Airlines ed Emirates.

Quali documenti è necessario avere?

Per entrare in Uganda è necessario essere in possesso di passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data di arrivo nel paese e con 2 pagine completamente bianche. All’arrivo viene rilasciato il visto d’ingresso al costo di USD 50,00, dopo aver compilato un apposito modulo prestampato. Si consiglia di avere valuta contante in dollari onde evitare cambi sfavorevoli euro-dollaro.

Quali sono le norme sanitarie da seguire?

Non è obbligatoria nessuna vaccinazione per i cittadini provenienti dall’Unione Europea. La profilassi antimalarica è consigliata. Consigliamo comunque di consultare l’ufficio d’igiene e sanità pubblica dell’ASL locale prima della partenza, per una consulenza più sicura e dettagliata.

Che tipo di valuta è utilizzata?

La valuta in vigore in Uganda è lo Scellino Ugandese.
Attualmente (aprile 2011) 1 EUR = 3.100,00 Scellini Ugandesi e 1 USD = 2.300,00 Scellini Ugandesi.
Gli euro o i dollari si possono cambiare in tutti gli uffici di cambio o nelle banche internazionali.
Non sono accettati dollari americani emessi prima del 2000.

Qual è il periodo migliore per visitare questo paese?

L’Uganda gode di un clima molto gradevole, trovandosi a cavallo dell’Equatore e bagnata in larga parte dal Lago Vittoria; le sue temperature non subiscono dei grossi cambiamenti durante il corso dell’anno. Tuttavia i periodi migliori nei quali visitare il paese sono tra dicembre e febbraio e tra maggio e settembre, le stagioni più secche. Nella maggior parte del paese la temperatura varia tra i 20 e 27 gradi di giorno e tra i 15 e i 18 di notte. La stagione delle piogge è abbondante tra marzo e maggio, meno tra metà ottobre e metà dicembre. Durante le stagioni delle piogge alcune strade diventano impraticabili, anche per i veicoli fuoristrada. Oltre alle strade, anche i famosi percorsi di trekking nel Rwenzoni o I “gorilla Tracking” possono diventare, se non impossibili, disagevoli a causa del fango e dei frequenti scrosci. Possono esservi degli acquazzoni pomeridiani anche durante la stagione secca, ma di breve durata, ed utili a mitigare il calore dell’aria.

Che lingua si parla?

La lingua ufficiale è l’Inglese. E’ parlato quasi ovunque, soltanto nelle zone più remote, o le persone anziane, non lo conoscono. Esistono poi altre lingue e dialetti, dei quali il più diffuso è il Luganda.

C’è il fuso orario?

L’Uganda è due ore più avanti quando in Italia vige l’ora solare, mentre è un’ora avanti quando vige l’ora legale.

Quali sono i prefissi telefonici da utilizzare per telefonare?

Dall’Uganda all’Italia: 0039
Dall’Italia all’Uganda: 00256

Come funzionano le telecomunicazioni?

Attualmente l’Uganda utilizza il sistema GSM 900/1800, quindi i viaggiatori italiani possono utilizzare il proprio cellulare sul posto. Esistono comunque, in alternativa, diverse soluzioni per effettuare chiamate locali e internazionali, come l’acquisto di una scheda prepagata presso l’aeroporto o nei principali hotel della città.

Che tipo di voltaggio elettrico è utilizzato?

Il tipo di voltaggio utilizzato in Uganda è 240 volt, con prese di tipo anglosassone, si consiglia pertanto di acquistare un adattatore internazionale.

E’ consuetudine lasciare mance?

E’ consuetudine lasciare una mancia a tutti coloro che hanno offerto un buon servizio: camerieri, facchini, guide, ranger e portatori che sono di grande aiuto durante i trekking. Queste persone apprezzano una mancia che li aiuta ad arrotondare uno stipendio abbastanza ridotto.

E’ possibile noleggiare l’auto?

Solo ai viaggiatori più esperti è consigliato muoversi con l’auto a noleggio, anche se le strade principali sono in buono stato, l’alto livello di traffico, la spericolatezza degli automobilisti locali, la quasi totale assenza di segnaletica stradale rendono un viaggio in self drive piuttosto pericoloso. Le poche compagnie di autonoleggio del luogo, difficilmente noleggiano veicoli senza un autista locale.

Com’è la rete stradale?

Le principali arterie del paese sono asfaltate, ed il manto stradale è in buone condizioni, tuttavia, nei parchi le strade sono piste, in terra battuta, ricche di buche profonde. Tutto ciò rende necessario l’utilizzo di un veicolo 4×4. Durante la stagione delle piogge alcune strade possono diventare impraticabili, è dunque consigliato e spesso necessario farsi accompagnare da un autista del luogo.

E’ consigliato viaggiare da soli?

Per visitare il paese in assoluta tranquillità, potendo godere, così, dell’affascinante paesaggio ugandese e delle sue innumerevoli bellezze, è consigliabile far condurre il veicolo ad una guida-autista ugandese. Il traffico, i camion spericolati, il grande affollamento di pedoni lungo le strade e la guida a sinistra possono essere fonte di inconvenienti, a volte spiacevoli, e difficili da prevedere da una persona non abituata a guidare in determinate situazioni. Anche le strade-piste all’interno dei parchi sono spesso disseminate di buche ed avvallamenti, tutto ciò, oltre a rendere necessario l’utilizzo di un mezzo fuori strada, rende necessaria la presente di una guida-autista esperta.

Com’è la cucina?

La cucina ugandese non è molto varia ma è, tuttavia, abbastanza gradevole. Tra i piatti tipici possiamo citare il posho, una specie di polenta di mais condita con vari sughi vegetali o di carne, la matoke, una polenta di banane cotte. Come si può notare le pietanze non sono molto elaborate, e saporite, vanno provate più che altro per soddisfare la curiosità. Negli alberghi le colazioni sono molto abbondanti, mentre i pasti principali propongono delle pietanze molto ricorrenti, quali il pollo, il pesce di lago o fiume, il riso vari tipi di verdura e frutta.

Cosa mettere in valigia?

Si consiglia di sistemare il bagaglio in valigie morbide, soprattutto se gli spostamenti da un hotel all’altro sono molti. Trattandosi di un paese di fascia equatoriale, l’abbigliamento da mettere in valigia è prevalentemente estivo, il clima è molto gradevole con una temperatura attorno i 25° costanti; è importante avere con sé una felpa o maglioncino di lana e un giacca impermeabile, pantaloni lunghi e comunque la regola è vestirsi ‘a cipolla’, in modo da essere a proprio agio e pronti ad ogni condizione atmosferica.
Vanno messi in valigia in ogni stagione un impermeabile, scarpe da ginnastica e/o trekking (soprattutto nel caso si voglia visitare il Kibale National Park ed il Bwindi National Park), creme solari, cappellino, occhiali da sole, spray repellente per zanzare e dei guanti protettivi, utili soprattutto nel gorilla trakking per evitare schegge di legno o fastidiose spine.

Trova il viaggio dei tuoi sogni

I campi del seguente modulo contrassegnati da (*) sono obbligatori.

Attenzione

Occorre compilare correttamente tutti i campi evidenziati

Completa il form

Messaggio inviato

Grazie per la richiesta inviata, ti risponderemo quanto prima. Mokoro Tours

Ok

Diventa Fan di Mokoro

19.000+ Fan!!! Ricevi anche tu le promozioni su viaggi Adventure e last minute, e leggi i nostri diari di viaggio nelle terre selvagge d'Africa!