Viaggiare in Malawi

Il Malawi, conosciuto anche come ‘Cuore caldo dell’Africa’ è uno degli stati più piccoli del continente nero: stretto tra Tanzania, Mozambico e Zambia il paese copre infatti una superficie di appena 118.000 kmq, di cui il 20% occupati dall’omonimo lago. Si presenta come un paese ricco di risorse ed ospitale, caratterizzato da un clima mite, un popolo cordiale ed amichevole e da un’enorme varietà di paesaggi: dalle spiagge sabbiose del lago alle riserve naturali, dall’Altopiano di Zomba a sud con le sue foreste e cascate al Monte Mulanje, che con i suoi 3.050 metri di altezza è la vetta più alta dell’Africa australe; ed infine il parco Nyika, grande distesa di circa 3.200 kmq a 2.600 metri di altezza, dove grandi pascoli verdi e lunghe vie panoramiche fanno da cornice ad enormi branchi di orici ed altre antilopi.

Questa diversità di paesaggi si presta ad innumerevoli attività ed esperienze: passeggiate a piedi o a cavallo, safari all’interno delle riserve e dei parchi oppure visita alle comunità rurali ed ancora tante attività al lago, un vero e proprio mare interno dov’è possibile fare windsurf, andare a vela, fare immersioni o semplicemente snorkelling, per scoprirne l’habitat sottomarino, un caleidoscopio di pesci di tutti i colori e grandezze.
Nonostante sia poco conosciuto e non rappresenti una delle mete più richieste dal turismo internazionale, il paese dispone di strutture ricettive di vario tipo: non mancano lodge di lusso soprattutto all’interno delle riserve e dei parchi, hotel di categoria nella capitale e nei centri urbani più importanti e strutture più semplici per i meno esigenti.
Molto spesso questa destinazione viene abbinata ad un’estensione al vicino Zambia, dove enormi parchi, riserve e natura selvaggia contrastano nettamente con i panorami gentili del Malawi.

Domande e risposte frequenti

Quali compagnie aeree volano in Malawi?

Il Malawi è raggiungibile da Johannesburg (aeroporto collegato all’Europa da voli giornalieri con le maggiori compagnie) con voli interni giornalieri.

Quali documenti è necessario avere?

I turisti che entrano in Malawi devono essere in possesso del passaporto in corso di validità.
Per l’ingresso nel paese non è necessario alcun visto, ma all’arrivo viene rilasciato un permesso turistico valido da 30 giorni a 6 mesi, dietro presentazione del biglietto di rientro.
In uscita dal paese è richiesta una tassa di circa USD 20,00 (si paga soltanto in Dollari), mentre prima di imbarcarsi su qualunque volo interno, viene richiesto l’importo di MK 100 (che corrispondono a circa USD 1,00).

Quali sono le norme sanitarie da seguire?

Si raccomanda la profilassi antimalarica; anche le vaccinazioni contro tetano, tifo ed epatite A sono consigliate.

Che tipo di valuta è utilizzata?

La moneta utilizzata in Malawi è il Kwacha (MK). Il viaggiatore può portare con se Dollari Americani oppure Euro. Ricordiamo che il valore massimo da poter portare fuori del paese è MK 200.
Le banche si trovano nei principali centri del paese e sono aperte dalle 08.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì. La principali carte di credito sono accettate dalla maggioranza degli alberghi, dei ristoranti e delle società di noleggio, anche se l’utilizzo rimane limitato.

Qual è il periodo migliore per visitare questo paese?

Per molti la stagione secca, quella che corrisponde alla nostra estate (da maggio a ottobre) rappresenta il periodo ideale per visitare il paese. Tenete presente però che il periodo che va da novembre ad aprile è ottimo per gli appassionati di birdwatching e rappresenta la stagione della fioritura delle orchidee.

Che lingua si parla?

La lingua nazionale è il Chewa, ma l’inglese è parlato e capito quasi dappertutto.

C’è il fuso orario?

Il Malawi si trova due ore indietro rispetto a Greenwich, pertanto quando in Italia è in corso l’ora solare il Malawi è un’ora indietro, mentre durante l’ora legale l’ora è la stessa che in Italia.

Quali sono i prefissi telefonici da utilizzare per telefonare?

Dal Malawi all’Italia 0039
Dall’Italia al Malawi 00265
Chiamando in Malawi, il prefisso intercontinentale è seguito dal prefisso della città e quindi dal numero dell’abbonato.

Come funzionano le telecomunicazioni?

In Malawi la rete telefonica è pressoché limitata e scadente, solo le aree urbane sono generalmente coperte e si riescono ad effettuare chiamate intercontinentali. Appena arrivati, prima di lasciare l’aeroporto si consiglia di acquistare delle comode tessere telefoniche tramite le quali è possibile collegare i proprio cellulari a tripla banda alla rete internazionale. I telefoni cellulari GSM funzionano.

Che tipo di voltaggio elettrico è utilizzato?

Il voltaggio è di 220/240 V. in quasi tutto il paese. Le prese sono progettate per l’uso di spine tripolari e di tipo Inglese. L’energia non è sempre disponibile, neppure nelle località turistiche.

E’ consuetudine lasciare mance?

La mancia è sempre un gesto molto apprezzato, anche se in questo paese non è così comune: tuttavia è buon uso lasciare un piccolo compenso nei ristoranti di categoria superiore e alle guide dopo i safari.

E’ possibile noleggiare l’auto?

In aeroporto ed in quasi tutte le principali città e località turistiche si trovano tour operator ed agenzie che affittano auto; è importante ricordare che in Malawi è necessario essere in possesso della patente internazionale e che nel paese la guida è a sinistra.

Com’è la rete stradale?

Le principali strade del paese sono asfaltate ma molto strette, mentre per raggiungere i villaggi ed i luoghi meno conosciuti e battuti dal turismo, la maggior parte della rete viaria è costituita da sterrati e da piste. È molto importante seguire un’andatura moderata poiché lungo le strada è molto facile trovare uomini e donne a piedi con animali o carri.

E’ consigliato viaggiare da soli?

Considerando l’efficiente rete stradale, almeno nelle zone principali e più battute, e la quantità di strutture ricettive presenti nel paese, viaggiare da soli non risulta essere un problema, molto più facile noleggiando un’auto direttamente in aeroporto al vostro arrivo, oppure utilizzando i comodi ed economici mezzi pubblici che collegano tutto il paese.

Com’è la cucina?

Negli alberghi in città e nelle riserve private all’interno dei parchi la cucina è ottima ed è possibile trovare tutti i tipi di carne e pesce: dal manzo alla cacciagione, fino al pesce, soprattutto vicino al lago, non mancano inoltre le specialità della cucina locale. È possibile reperire qualsiasi tipo di bevanda: dalla birra più comune, Carlsberg, al vino sudafricano.

Quali sport e attività è possibile praticare ?

Il Malawi è un paese vario e si presta ad innumerevoli attività per scoprirne natura e popolo: parchi e riserve si prestano a tutti i tipi di safari (non solo in 4×4, ma anche safari a piedi oppure in mokoro lungo i principali corsi d’acqua) oltre ad innumerevoli attività soprattutto vicino al lago: kayak, immersioni o snorkelling, vela, parasailing. Nelle strutture ricettive più importanti ed attrezzate non mancano campi da tennis e da golf e la possibilità di praticare le principali attività sportive e ricreative.

Paesaggi e regioni

Il Malawi è un paese estremamente vario e rappresenta la meta ideale per gli amanti della natura: qui infatti si trovano numerosi parchi nazionali e riserve, montagne adatte all’escursionismo, altopiani dove poter fare trekking ed il grande lago, eccezionale luogo dove fare immersioni, andare in barca o semplicemente dove rilassarsi.

La regione settentrionale del paese ha molto da offrire, anche se meno conosciuta, e viene talvolta descritta come un luogo dimenticato, dove lo scenario naturalistico ed il popolo sono completamente diversi dal resto del territorio. L’area è occupata per la gran parte dalle ondulate colline del Nyika Plateau, che s’innalzano per circa 2000 mt, ammantate da praterie di mopane e boschi di miombo; altre zone sono coperte da fitte foreste di sempreverdi ed altre da paludi umide ed erbose come il Vwasa Wildlife Reserve, che rappresenta una delle zone preferite dagli animali.
Altre importanti aree montuose si trovano un po’ più a sud del Nyika: sono l’altopiano del Viphya, dove sono interessanti le passeggiate ed il trekking di montagna, e quello di Mzimba.
La capitale della regione del nord è Mzuzu, situata giusto al centro di due importanti strade: la M5 che conduce al lago e la M1 che collega Lilongwe con il nord del paese. In città vi sono molteplici soluzioni per il soggiorno, oltre alla possibilità di fare varie escursioni nei piccoli centri lungo il lago.
Una particolare zona d’interesse è Livingstonia Mission: la missione voluta nel 1894 dall’inglese Robert Laws, amico di David Livingstone, situata sulle colline con bellissima vista sul lago ed oggi sede di un importante museo.

Scendendo dolcemente verso sud, la regione centrale si apre con le sue colline ondulate che a est, vicino al lago, formano il bordo della Great Rift Valley, mentre nei pressi di Dezda costituiscono il confine naturale con il vicino Mozambico.
Anche in questa regione, oltre ad uno stop nella capitale Lilongwe dove si incontrano il vecchio centro storico ed i grattaceli della new city circondati da parchi e giardini pubblici, riserve e parchi nazionali non mancano: lungo il confine occidentale il Kasungu National Park si presenta con le sue foreste alternate a distese di giardini verdissimi dove elefanti, ippopotami, bufali, numerose zebre, antilopi, iene, sciacalli e wild dog hanno trovato il loro habitat; vicino alle sponde del lago invece si trova il Nkhotakota Wildlife Reserve, una delle riserve più grandi del paese caratterizzata da distese di miombo alternate a macchie di foresta pluviale ed attraversata da fiumi e piccoli corsi d’acqua che sfociano nel lago.

L’estremo sud del paese rappresenta la regione più popolata e più sviluppata dell’interno territorio: la forte influenza europea dei tempi passati ha infatti contribuito alla sua crescita e Blantyre rappresenta oggi la capitale commerciale del paese. La regione meridionale è anche la terra del fiume più importante del Malawi, lo Shire che si snoda verso sud, dal lago Malombe attraverso l’altopiano di Zomba, creando valli d’incredibile bellezza dove uccelli ed altri animali convivono tranquillamente.
Questa regione è anche l’area dove si concentrano le più alte vette dell’Africa centrale: il Plateau di Zomba raggiunge infatti i 1.800 metri di altezza, con alcune vette che superano i 2.100 mt ed è un altopiano magnifico per la gran parte coperto da foreste di cipressi, pini e cedri e da un’incredibile varietà di piante e fiori; poco lontano sorge il Monte Mulanje circondato dalle piantagioni di tè di Thyolo.
Il sud è anche la regione del Parco Nazionale di Liwonde, vicino al Lago Malawi, e del Parco di Lengwe.

Parchi e riserve

NYIKA NATIONAL PARK

Il Nyika National Park si trova a nord del paese ad un’altitudine di 2.600 metri sul livello del mare e copre una superficie di circa 3.200 Kmq. È considerato il più grande parco del Malawi, dove colline verdi e tondeggianti si estendono a vista d’occhio, interrotte soltanto da alcune macchie di foresta, mentre verdi boschi rivestono i pendii più bassi.
Gode di un clima mite con temperature talvolta basse e durante la stagione secca (l’inverno australe) sono possibili brine mattutine.
Descritto come ‘un posto diverso da qualunque altro, situato nel cuore dell’Africa ed abitato dagli animali tipici dell’area australe del continente, ma al tempo stesso pieno di prati, fiori e colori che ricordano l’Europa’ il parco è considerato, a ragione, uno dei più belli dell’Africa centrale, costituito da praterie di montagna con chiazze di boschi sempre verdi, un tempo parti della foresta pluviale che copriva l’Africa centrale e che oggi sopravvive solo nel bacino del Congo e nel Nyika.
Il suo nome significa ‘da dove viene l’acqua’ infatti rappresenta uno dei bacini idrici più grandi ed importanti del paese e durante la stagione delle piogge presenta tutto il suo splendore grazie alla fioritura di più di 200 specie di orchidee.
È il luogo ideale per gli amanti del trekking, delle passeggiate a cavallo o in bici: i modi migliori per avvicinarsi alla natura ed agli animali, infatti la ricca vegetazione montuosa attira numerose antilopi, zebre, orici ed animali di più grossa taglia; a bordo di comodi 4×4 si possono fare interessanti safari per avvicinarsi il più possibile a leoni, elefanti e leopardi; anche per i birdwatcher il parco Nyika ha molto da offrire, sono più di 400 infatti le specie di uccelli che hanno scelto questo luogo, tra le quali molte sono endemiche.

VWASA RESERVE

Situato a sud ovest del Parco Nyika, il Vwasa Wildlife Reserve è caratterizzato per la gran parte da colline e da un’area paludosa e la sua vegetazione, che varia da prati a foreste a zone acquitrinose, rappresenta una delle zone preferite dagli animali: elefanti, ippopotami, bufali e altri piccoli mammiferi, oltre a circa 300 specie di volatili tra i quali cicogne, aironi e anatre.

KASUNGU NATIONAL PARK

Si trova nella regione centrale del Malawi, lungo il confine occidentale. È un’area coperta da foreste alternata a distese di giardini verdissimi, dove oggi gli animali vivono tranquillamente, un tempo infatti il bracconaggio era molto forte ed ha ridotto notevolmente il numero delle specie animali presenti nell’area. Durante i safari e le passeggiate è facile avvistare elefanti, ippopotami, bufali e numerose zebre ed antilopi, molte iene, sciacalli e wild dog, molto difficili da avvistare in altre aree.
Il parco è facilmente raggiungibile dalla capitale e guidare all’interno non è difficile.

NKHOTAKOTA WILDLIFE RESERVE

Situato vicino alle sponde occidentali del lago, nella regione centrale, è una delle riserve più grandi del territorio, attraversata da fiumi e piccoli corsi d’acqua che sfociano nel lago.
La sua vegetazione è caratterizzata da distese di miombo alternate a macchie di foresta pluviale: condizioni ottimali per chi ama la natura, i safari a piedi, la pesca e le scalate.
La quantità di animali presenti nell’area è importante, ma la vegetazione fitta non rende facili gli avvistamenti, inoltre la scarsità delle strade e dei percorsi rendono difficili gli accessi alla riserva, pertanto anche le sistemazioni e le possibilità di alloggio non sono numerose e molto semplici.

LAKE MALAWI NATIONAL PARK

Il Parco Nazionale del Lago Malawi è un’area di sorprendente bellezza ed è la prima riserva d’acqua dolce del pianeta, che ospita migliaia di pesci di grande importanza per la bio-diversità dell’intero pianeta. Il parco include Cape Maclear e la baia, oltre alle piccole isole di Mumbo e Dowme e si presta ad innumerevoli attività ed esperienze: immersioni, snorkelling, kayak, birdwatching, pesca e per chi invece desidera risposare e rilassarsi, può decidere di godere della bellissima spiaggia di sabbia bianca oppure fare un’uscita in catamarano.

LIWONDE NATIONAL PARK

Il Parco Nazionale di Liwonde si estende su una superficie di 580 kmq a sud del Lago Malawi ed è una delle prime riserve del Malawi. Racchiude il fiume Shire, stagni e lagune, paludi, pianure e savane, boschi di mopani e colline, determinando così un’incredibile varietà di piante, uccelli ed animali tra cui ippopotami, coccodrilli, elefanti, rinoceronti, oltre ad una grande quantità di antilopi.
Il Mvuu Lodge & Camp è l’unica struttura all’interno del parco ed offre sia safari in barca che in 4×4, sia durante il giorno che la sera. In barca è facile avvistare lungo le sponde del fiume numerosi branchi di elefanti mentre di sera, con l’aiuto di grandi fari è possibile vedere da vicino coccodrilli ed uccelli endemici del parco come l’airone notturno ed il gufo pescatore.
Anche le passeggiate, in compagnia di esperti ranger e guide, sono molto interessanti e consigliate; anche per i birdwatcher è molto facile avvistare varie specie di uccelli.

LENGWE NATIONAL PARK

Raggiungibile in poco tempo da Blantyre e facilmente accessibile, il parco di Lengwe con i sui punti panoramici, rappresenta il luogo ideale per avvistare mammiferi di vario tipo oltre ad antilopi, tra i quali il raro nyala. La nuova struttura ricettiva all’interno è il punto di partenza per numerosi safari in fuoristrada oppure a piedi.

Flora e fauna

La vegetazione del Malawi è caratterizzata da boschi di miombo, che si trovano nelle zone più umide, intorno ai 1500 m di quota, di mopane in pianura, soprattutto al centro della Valle dello Shire e lungo la sponda meridionale del Lago Malawi, da foreste di sempreverdi, praterie montane, sulle colline del nord e terreni paludosi lungo le rive dei laghi e dei fiumi. Il paese vanta molti tipi diversi di fiori selvatici endemici, grazie all’ampia gamma di habitat: ci sono numerose varietà di protee, aloe, gladioli ed helichrysum, inoltre sono state registrate circa 400 specie di orchidee.

In Malawi non s’incontrano, come in altri paesi dell’Africa australe, nutriti branchi di animali selvatici, ma è presente comunque un gran numero di grossi animali: la maggior parte si trova nei parchi nazionali e nelle riserve di caccia del paese. Liwonde, il più importante parco nazionale del Malawi, è famoso per i suoi branchi di elefanti e antilopi (tra cui impala, tragelafi striati e cudù) e per gli ippopotami che vivono sul Fiume Shire. Zebre, facoceri, antilopi alcine, sciacalli e antilopi sudafricane sono più diffusi al nord, specialmente nel Nyika National Park. Il Malawi è noto anche per la sua varietà di pesci: nel lago ve ne sono infatti più di 500 specie.

Trova il viaggio dei tuoi sogni

I campi del seguente modulo contrassegnati da (*) sono obbligatori.

Attenzione

Occorre compilare correttamente tutti i campi evidenziati

Completa il form

Messaggio inviato

Grazie per la richiesta inviata, ti risponderemo quanto prima. Mokoro Tours

Ok

Diventa Fan di Mokoro

19.000+ Fan!!! Ricevi anche tu le promozioni su viaggi Adventure e last minute, e leggi i nostri diari di viaggio nelle terre selvagge d'Africa!